LA FORMAZIONE COME STRUMENTO DI EMPOWERMENT

LA FORMAZIONE COME STRUMENTO DI EMPOWERMENT

Alla luce della consapevolezza acquisita circa il valore delle risorse umane quale vantaggio competitivo aziendale, assume sempre più rilevanza il concetto di empowerment. A differenza dell’ottica difensiva rispetto ai fattori di rischio comunemente adottata nella tutela della salute e della sicurezza in ambito lavorativo, l’empowerment è un costrutto che si focalizza più sulle risorse e le potenzialità dell’individuo. Tra le strategie atte a potenziarlo, quella che senz’altro ottiene il maggior consenso è rappresentata dall’investimento sulla formazione, in termini non soltanto di sviluppo delle competenze tecniche specifiche, le hard skills, ma anche trasversali e relazionali, altrimenti dette soft skills.

Perché la formazione…

Oltre alla valenza contenutistica e formale collegata all’implementazione di determinati corsi di formazione, ve ne è contestualmente anche una indiretta ma non meno rilevante. È noto infatti che coinvolgere il lavoratore in differenti interventi formativi contribuisce a far sì che si senta considerato, valorizzato e che ciò concorre ad aumentarne la motivazione fondamentale a partecipare attivamente alla produttività aziendale. È questo il valore aggiunto apportato dalla formazione: l’attivazione delle risorse individuali, tecnico-professionali o meno, ed il parallelo segnale implicito di rilievo associato.

Gli impatti su persone e azienda 

A cascata, questo si ripercuote inevitabilmente sul rendimento organizzativo: se l’ambiente si è dimostrato favorevole all’acquisizione ed incremento delle potenzialità individuali, avrà “conferito potere” alle sue risorse, ottenendo così un lavoratore empowered, un lavoratore cioè che ha sviluppato la consapevolezza delle proprie possibilità ma anche dei propri limiti, che padroneggia la propria disciplina, sa porsi obiettivi stimolanti ma realistici nonché prendere decisioni efficaci. Questo tipo di attenzione verso le risorse interne fa sì che il collaboratore conosca dunque un aumento dei livelli di autoefficacia, ossia la valutazione di sé come individuo efficace, e di quelli di autostima, ovvero la percezione e il giudizio di sé stesso, che determinano la tendenza generale a perseguire goals con impegno e perseveranza. Pertanto l’empowerment è associato anche a soddisfazione professionale e benessere psicofisico e si configura quale fattore protettivo della salute, riducendo così anche la probabilità di sperimentare la condizione di stress lavoro correlato.

Phone: 06.64763266
Fax: 06.32091403
via di San Nicola da Tolentino 22/B
00187 Roma